Bio

BrunoLisi
Bruno Lisi, artista del segno, è stato il vero fulcro in quel libero scambio di energie, incondizionate da mercato e sovrastrutture sempre più vincolanti per le ricerche estetiche contemporanee, che tutt’oggi contraddistingue lo spazio storico di via Flaminia 58 a Roma – di cui è stato per lunghi anni presidente – occasione di crescita e di confronto non solo per tanti artisti e curatori che vi transitano, ma per tutti quelli che nel suo studio hanno conosciuto un luogo aperto e accogliente.

Nato a Roma nel 1942, ha studiato tecniche pittoriche con Alberto Ziveri all’Istituto Statale d’Arte di Roma, mosaico con Michelangelo Conte e plastica con Ettore Colla. Ha insegnato all’Istituto d’Arte di l’Aquila dal 1965 al 1973; al Liceo Artistico di Roma dal 1973 al 1982.
Di lui hanno scritto, in occasione di varie mostre personali, tra gli altri, Marisa Volpi, Carmine Benincasa, Francesco Moschini, Claudia Terenzi, Cesare Vivaldi, Lorenza Trucchi, Carla Subrizi, Cecilia Casorati, Patrizia Ferri.
Muore a Roma nel 2012.

 

MOSTRE

1960, Galleria Il Grigio, via del Babuino, Roma, mostra collettiva.

1961, Galleria Silmarc, via La Farina 289, Messina; dal 5 all’11 giugno 1961, cura/testo di A. Zotof, mostra personale.

1962, Galleria Anthea, via del Babuino 41a, Roma, dal 17 al 28 febbraio 1962, cura/testo di G. Selvaggi, mostra personale.

1964, Galleria Anthea, via del Babuino 41a, Roma, dal 27 aprile al 9 maggio 1964, cura/testo di M. Venturoli, mostra personale.

1969, Galleria L’88, via Margutta 88, Roma, dal 26 novembre al 13 dicembre 1969, cura/testo di M. Venturoli, mostra personale.

1971, Galleria L’88, via Margutta 88, Roma, dal 3 al 24 giugno 1971, mostra personale.

1972, Galleria N. Piccinni, corso Vittorio Emanuele 114, Bari, dal 13 al 25 novembre 1972, mostra personale.

1976, Galleria Parametro, via A. Brunetti 31, Roma, dal 22 gennaio al 21 febbraio 1976, cura/testo di C. Vivaldi, mostra personale dal titolo: “Lisi: l’ambiguità della luce”.

1978, Galleria Documento Arte, via del Babuino 164, Roma, dal 15 marzo al 15 aprile 1978, cura/testo di C. Terenzi, mostra collettiva dal titolo “Reversibilità”.

1979, Galleria Documentazione Grafica, Roma, cura/testo di C. Benincasa, mostra personale.

1984, Temple University, Lungotevere Arnaldo da Brescia 15, Roma, dal 9 al 30 novembre 1984, cura/testo di M. Volpi, mostra personale.

1986, Galleria Il Luogo, via della Lungara 15, Roma, dal 6 al 28 maggio 1986, cura/testo di M. Martini, mostra personale.

1988, Sale del Bramante, Roma, dal 15 al 30 giugno 1988, cura/testo di P. Ferri, mostra personale dal titolo “Cadenze Perfette”.

1988, AOC F58, via Flaminia 58, Roma, dall’11 al 30 giugno, dal 10 al 30 luglio 1988, mostra collettiva inaugurale dell’AOC F58 dal titolo “Il Pieno e il Vuoto”.

1989, Galleria A.A.M., Roma, dal 28 settembre all’11 ottobre 1989, cura/testo di F. Moschini, mostra personale: “La vertigine del vuoto. Percorsi, segni, tessiture/opere e disegni 1960-1989″.

1991, Galleria Eralov, via Merry del Val 20, Roma, dal 6 al 20 novembre 1991, cura/testo di E. Mascelloni, mostra personale dal titolo “Spazialità della Passione”.

1991, Progetto per la Fondazione Ferruzzi – A.A.M., Ravenna, cura/testo di F. Moschini, mostra collettiva.

1999, Teatro Il Vascello, via G. Carini 72/78, Roma, dal 3 al 31 marzo 1999, cura/testo L. Turco Liveri, mostra collettiva dal titolo “Sincronie”.

2001, Galleria A.A.M., Palazzo Brancaccio, Roma, dal 26 novembre 2001 al 26 febbraio 2002, a cura di F. Moschini, testi di C. Casorati, P. Ferri, M. Martini, E. Mascelloni, F. Moschini, C. Subrizi, L. Trucchi, mostra personale dal titolo “Mostra Antologica 1989-2001”.

2001, Galleria Ninni Esposito, via Francesco d’Assisi 26, Bari, mostra personale dal titolo “Tracce di un percorso orizzontale”.

2001, AOC F58 in collaborazione con A.A.M., via Flaminia 58, Roma, 26 novembre 2001, testo di C. Subrizi, mostra personale in contemporanea e nell’ambito della mostra antologica a Palazzo Brancaccio, dal titolo “Come mettere in azione lo sguardo”.

2001, AOC F58 in collaborazione con A.A.M., via Flaminia 58, Roma, 10 dicembre 2001, testo di E. Mascelloni, mostra personale in contemporanea e nell’ambito della mostra antologica a Palazzo Brancaccio, dal titolo “Spazialità della passione”.

2002, AOC F58 in collaborazione con A.A.M., via Flaminia 58, Roma, dal 14 al 24 gennaio 2002, testo di C. Casorati, mostra personale in contemporanea e nell’ambito della mostra antologica a Palazzo Brancaccio, dal titolo “Segno”.

2002, AOC F58 in collaborazione con A.A.M., via Flaminia 58, Roma, dal 28 gennaio al 9 febbraio 2002, testo di P. Ferri, mostra personale in contemporanea e nell’ambito della mostra antologica a Palazzo Brancaccio, dal titolo “Variazioni”.

2002, AOC F58 in collaborazione con A.A.M., via Flaminia 58, Roma, dall’ 11 al 21 febbraio 2002, testo di L. Trucchi, mostra personale in contemporanea e nell’ambito della mostra antologica a Palazzo Brancaccio, dal titolo “Gesto”.

2002, Ambasciata d’Italia, dal 17 maggio al 17 giugno 2002, Jakarta, cura/testo di P. Ferri, mostra collettiva dal titolo “Deep Blue”.

2003, Galleria Pino Casagrande, via degli Ausoni 7, dall’8 al 12 gennaio 2003, Roma, cura di P. Ferri e M. Scaringella, testo di P. Ferri, mostra personale dal titolo “Segno Aperto”.

2004, Museo della via Ostiense, Roma, dall’1 al 23 ottobre 2004, a cura di P. Ferri, testi di F. Moschini e P. Ferri, mostra personale dal titolo “Cristalli d’acqua”.

2009, Galleria Miralli, Palazzo Chigi, via Chigi 15, Viterbo, cura/testo di P. Ferri, mostra personale dal titolo “Corpi Estranei”.

2012, AOC F58, via Flaminia 58, Roma, mostra personale dal titolo “Opere 2011-2012”.

(a cura di Silvia Palermo)